Get Adobe Flash player

Regolamento interno del 18/12/2011

 1.     Generalità :

Questo regolamento interno vale per tutti gli aderenti dell’E.M.T.A. che desiderano realizzare uno dei percorsi che loro vengono proposti. Questi si impegnano a rispettarli.

I veicoli autorizzati sono motocicli di cilindrata superiore o uguale a 125 cm3. Side-cars e Trikes sono considerati come veicoli autorizzati a partecipare, e non saranno dunque indicati in modo particolare in questo regolamento interno. Nessun altro tipo di veicolo sarà ammesso.

 

  1. 2.     Principio del « 4 Corners Tour » :

 

E.M.T.A. propone ai suoi aderenti di realizzare diversi percorsi « sportivi » con un certo numero di tappe imposte che avranno luogo attraverso l’Europa oppure in uno dei paesi dell’Europa..

Il principio consiste a rendersi nei tempi assegnati alle tappe imposte che definiscono il percorso, rispettando il codice della strada.

La decisione dell’ordine di passaggo delle tappe é riservata al « Pilota Aderente».

L’integralità del parcorso dovrà essere effettuata sul veicolo dichiarato (salvo i passaggi con ferry autorizzati dall’E.M.T.A. secondo i percorsi)

Il tempo massimo per la realizzazione del percorso non dovrà essere superiore a  :

–       21 giorni per un parcorso europeo,

–       5 a 11 giorni per un parcorso in uno dei paesi europei.

Da annotare :

–       altre tappe che quelle proposte dall’ E.M.T.A. non saranno accettate, e di questo fatto, il percorso no potrà essere convalidato,

–       un « Pilota Aderente» non é in nessun modo obbligato di finire il suo percorso per causa di un qualunque impegno preso verso l’E.M.T.A.,

–       un « Pilota Aderente » può tentare e realizzare uno o più percorsi durante un anno civile,

–       un percorso viene considerato come compiuto quando l’ultima tappa é raggiunta senza ritornare al punto di partenza.

 

  1. 3.     Obbligo del  « Pilota Aderente » :

Ogni « Pilota Aderente »  é personalmente responsabile dei suoi atti e comportamenti, e in particolare della conformità del suo veicolo e dei documenti di immatricolazione e di assicurazione, del modo di pilotaggio e dei rischi conseguenti, della sua partecipazione alle attività dell’associazione, alle manifestazioni o ai viaggi organizzati dagli aderenti, e generalmente di ogni avvenimento che risulta nel corso della vita dell’associazione. In conseguenza e per il solo fatto della sua adesione all’associazine, ogni « Pilota Aderente » o ogni « Aderente » rinunzia espressamente a qualsiasi azione di responsabilità contro l’associazone, qualunque sia il motivo evocato.

4.     Condizoni dottenimento dellautorizzazione di realizzare il percorso :

Per ottenere l’autorizzazione a partecipare al  percorso dall’E.M.T.A. e eventualmente la convalida di quest’ultimo, il « Pilota Aderente» dovrà presentare prima della partenza un dossier con i documenti seguenti :

–       un certificato tecnico del suo veicolo che attesta lo stato dei seguenti elementi :

  • pneumatici
  • luci anteriori e posteriori
  • scappamento
  • pastiglie freno anteriori e posteriori
  • e più generalmente lo stato del veicolo

Questo certificato sarà datato e firmato da un garagista specializzato in veicoli a 2 ruote motorizzati scelto dal « Pilota Aderente ». Gli eventuali costi di questo certificato sono a carico del « Pilota Aderente ».

–       una copia della carta di assicurazione verde del veicolo utilizzato per il percorso, valevole per tutta la durata del percorso,

–       una copia della carta di circolazione del veicolo utilizzato per il percorso (il nome del « Pilota Aderente » dovrà apparire su questa carta, salvo se si tratta di una moto noleggiata),

–       una copia retto-verso della patente di guida del « Pilota Aderente »,

–       un documento amministrativo fornito dall’E.M.T.A., completato dal « Pilota Aderente »,

–       una copia di questo regolamento interno approvato, datato e firmato dal  « Pilota Aderente »

–       la ricevuta di pagamento di una tassa fissata dal comitato. Il pagamento di questa tassa interviene una sola volta, indipendentemente del numero dei percorsi realizzati o intrappresi durante l’anno civile considerato.

Questa tassa sarà rimborsata, se il Pilota Aderente decide  durante ll’anno consecutivo alla ricevuta della convalida del percorso dell’E.M.T.A.,  per un motivo o un’altro, di rinunciare al percorso. L’ E.M.T.A.  chiederà allora  al Pilota Aderente di rispedire il dossier e procederà al rimborso tramite trasferimento bancario entro 25 giorni consecutivi al ricevimento del dossier che dovrà  essere completo e non compilato.

L’E.M.T.A. non accetta nessun dossier incompleto, e in questo caso il percorso non potrà essere iniziato e ancora meno convalidato dall’E.M.T.A.

Dopo la convalida del dossier dall’E.M.T.A. il « Pilota Aderente » riceverà una cartella « Pilota Aderente » con il seguente contenuto :

–       4 o 5 buste affrancate, con l’E.M.T.A. come destinatario iscritto,

–       un documento con le tappe attese per il percorso,

–       una carta di ogni tappa,

–       l’indirizzo dell’associazione e un numero telefonico da chiamare in caso di problemi (il numero da chiamare corrisponde a un membro dell’associazione e non a una compagnia di assicurazione)

–       la tessera del « Pilota  Aderente » dell’E.M.T.A. valevole per un anno civile.

–       istruzioni di diversi dettagli da notare a ogni tappa sulla carta corrispondente

 

A partire dal ricevimento della cartella il « Pilota Aderente » dispone di un periodo di un anno civile per cominciare il percorso e realizzarlo nei tempi assegnati, l’inizio e la fine del percorso devono essere effettuati durante lo stesso anno civile..

5.     Operazioni da compiere per provare il transito a ogni tappa :

Al transito di una delle tappe del percorso il « Pilota Aderente » deve spedire per posta in una busta fornita dall’E.M.T.A. :

–       il ticket di pagamento per un pieno di benzina di una stazione di servizion della tappa corrispondente, sul quale il « Pilota Aderente » indicherà il kilometraggio della sua moto al momento del pieno e l’immatriculazione del suo veicolo.. Su questo ticket dovrà apparire imperativamente  il nome della stazione di servizio e il giorno esatto.  Se nessuna stazione di servizio dovesse essere aperta il giorno preciso, il « Pilota Aderente » potrà fornire un ticket di benzina della prossima stazione.

–       la foto del veicolo, del « Pilota Aderente » e dell’eventuale passagero dovrà essere presa davanti a uno stabilimento o un monumento indicando in modo leggibile il nome della tappa  (monumento ai caduti, municipio, ecc.) La foto può essere presa davanti al cartello di entrata o di uscita del paese.

–       i dettagli della tappa da indicare sulla carta fornita dall’ E.M.T.A.

La busta con il suo contenuto dovranno essere imbucati sul luogo della tappa  corrispondente. La foto della tappa dovrà essere spedita all’E.M.T.A per posta, per mail o con SMS, al più tardi tre giorni dopo la fine del percorso, cioé entro i tre giorni che seguono il giorno del timbro postale sull’ultima busta spedita.

6.     Risultati dei percorsi realizzati :

Un « Pilota Aderente » sarà considerato come « Finalista » se arriva nei tempi concessi all’ultima tappa del percorso scelto.

Il giorno di partenza ritenuto per il percorso sarà quello indicato sulla prima busta spedita (il timbro postale fa fede). Il giorno di arrivo sarà quello indicato sull’ultima busta spedita (il timbro postale fa fede). Nessuna eccezione sarà ammessa. Se arrivate all’ultimo giorno  del vostro percorso, non dimenticate di passare al prossimo ufficio postale per poter convalidare la vostra tappa.

Solo il « comitato di convalida » dell’E.M.T.A. può convalidare un percorso, dopo aver visto i documenti e le risposte fornite dal « Pilota Aderente». La decisione del comitato é  definitiva.

I resultati dei « Finalisti » saranno pubblicati sul sito dell’E.M.T.A. a seconda del loro arrivo.

L’E.M.T.A. non é tenuta a nessuna ricompensa o rimborso di spese ai partecipanti e ai « Finalisti ». Il percorso non viene effettuato nel senso di una competizione, ma nel senso turistico e « sportivo ».

Sotto il segno della convivialità l’E.M.T.A. organizza ogni anno durante il mese di marzo una colazione per i  « Piloti Aderenti », colazione offerta ai soli « Finalisti » dell’anno precedente , gli altri « Piloti Aderenti » potranno evidentemente partecipare.

Il giorno esatto e il luogo saranno indicati sul foro dell’E.M.T.A. al più tardi 3 mesi prima, cioé in dicembre dell’anno in riferimento. Il luogo cambia ogni anno, l’E.M.T.A. tenendo conto delle origini geografiche dei « Finalisti » per definirlo.

  1. 7.     Modifiche del regolamento interno

Le modifiche di questo regolamento interno non sono ammesse senza autorizzazione del comitato.

 

Fatto a Lyon, il 18/12/2011